Quando e perché toelettare il tuo pelosetto.

Vediamo nello specifico quando e perché toelettare il nostro cane. Intanto va detto che una toelettatura costante aiuta a ridurre la caduta del pelo dentro casa, ma soprattutto, l’aspetto più importante di questa pratica, è quello di mantenere in salute la cute e il mantello del nostro cane. Esistono soggetti a pelo riccio che hanno bisogno di bagni e spazzolature frequenti e normalmente il mantello ha bisogno di essere accorciato.

Le razze a pelo lungo e semi lungo devono essere lavate e spazzolate dal toelettatore almeno ogni quindici giorni in modo da evitare la formazione di feltri e nodi che altrimenti rovinerebbero il mantello. Le razze a pelo semi lungo necessitano di bagni meno frequenti, ma occorre spazzolarli con costanza per ridurre la perdita di pelo in casa e per garantire una buona salute della cute e del mantello.

Dal nostro toelettatore di fiducia possiamo anche ricorrere all’utilizzo di prodotti che prevengo o eliminano i fastidiosi parassiti esterni, e questo è valido ovviamente per tutte le razze anche quelle che non necessitano di toelettatura. Sono dell’idea che toelettare il cane è opportuno al fine di avere sempre un cane pulito e ordinato riducendo al minimo anche l’insorgenza di eventuali problemi domestici.

I nostri toelettatori sono professionisti e sono in grado di fornire al proprio cliente un servizio molto completo offrendo bagni, tosature e tagli a forbice, il tutto eseguito rispettando i canoni dettati dallo standard di razza,

Ribadisco che è importante abituare a queste pratiche il nostro cane sin da cucciolo, dopo na settimana dall’ultimo vaccino, al fine di evitargli eventuali traumi.

6 thoughts on “Quando e perché toelettare il tuo pelosetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *